Acquistare casa in vendita con mutuo. Requisiti, documenti richiesti e miglior tasso


MUTUO. REQUISITI E DOCUMENTI RICHIESTI.

Se hai deciso di acquistare una casa in vendita a Siracusa, è probabile che tu debba ricorrere ad un mutuo bancario. Per prevenire errori e risparmiare tempo, ti consiglio di leggere questo articolo fino in fondo.



CHE COS’ E’ IL MUTUO BANCARIO? 


Il mutuo bancario non è altro che un contratto tra due soggetti, contratto che ha per oggetto il prestito di denaro. Il primo soggetto è il mutuante, colui che presta il denaro (banca) mentre il secondo soggetto è il mutuatario, colui che riceve il prestito il denaro. Il mutuo bancario non è altro che uno strumento finanziario che le banche forniscono per ottenere un guadagno economico a lungo termine. Infatti il contratto di mutuo ha per oggetto la restituzione del denaro, in rate di solito mensili per una certa durata di tempo (anni) sommate agli interessi che rappresentano appunto il guadagno del mutuante. A differenza dei finanziamenti, la banca iscrive ipoteca sulla casa, a garanzia del fatto che se mai il mutuatario non dovesse rispettare il contratto, potrà vendere lo stesso in asta giudiziaria e ricavare la somma prestata.


PERCHE’ IL MUTUO? 


Il mutuo serve per aiutare coloro che hanno intenzione di acquistare casa ma che materialmente non possono perché non dispongono di tutta la liquidità necessaria. Ecco che il mutuo risolve questo problema “sociale”, dando la possibilità a chi non dispone della liquidità, ma ha i requisiti, di poter acquistare casa. Ricordo che l’ acquisto di casa, quindi la compravendita immobiliare, è un elemento fondamentale per l’ economia di ogni paese, in quanto tali transazioni sono tassate dallo stato.



QUANTI TIPI DI MUTUO ESISTONO?


Esistono ad oggi tanti tipi di mutuo (acquisto, ristrutturazione, costruzione, liquidità, consolidamento debiti, surroga etc), ma il principale, a cui è riferito questo mio articolo è il mutuo bancario per acquisto casa.


CHE COS’ E’ IL TASSO E QUANTI NE ESISTONO?


Quando si richiede un mutuo, si deve obbligatoriamente scegliere il tipo di tasso. Il tasso non è altro che uno strumento finanziario, apparentemente complesso, rappresentante l’ interesse, ossia il costo del denaro alla quale la banca presta lo stesso al mutuatario. Il tasso di interesse è fondamentale per stabilire fin dall’ inizio, quanto denaro verrà dato alla banca oltre quello che ha prestato, e in che modo tale denaro viene restituito. Il modo è rappresentato dal tipo di tasso che può èssere fisso o variabile.


QUAL’ E’ LA DIFFERENZA TRA TASSO FISSO O VARIABILE? 


Il tasso fisso stabilisce una rata fissa per sempre, e per tutta la durata del mutuo, indipendentemente dall’ andamento dell’ economia. Il tasso fisso rappresenta sicurezza, certezza e tranquillità. La rata di mutuo pattuita è quella, e quella sarà. Di norma la rata di mutuo a tasso fisso è più cara. Il tasso variabile, come dice appunto la stessa parola, è un tasso che varia. Le variazioni di tale tasso dipendono da tanti fattori economici come il costo del denaro. Il vantaggio del tasso variabile è rappresentato dal fatto che la rata risulta essere spesso più economica (bassa) rispetto al fisso, ma l’ oscillazione, cioè la diminuzione ma soprattutto l’ aumento, sono imprevedibili. Si privilegia quindi il risparmio momentaneo e si perde la certezza e la tranquillità sull’ importo della rata. Esistono ormai tanti tipi di rata a tasso variabile, come quelle a rata fissa ma aumentano o diminuiscono gli anni di mutuo, oppure con tetto massimo, ossia un tetto di protezione oltre il quale la rata non può salire etc.. Insomma ci sono tante sfumature ed ogni banca ha i suoi prodotti specifici.



PERCHE’ PRESTARE LA DOVUTA ATTENZIONE NELLA SCELTA DEL MUTUO? 


Ho visto con i miei occhi famiglie che a loro tempo fecero il mutuo con rata a tasso variabile subire aumenti che non erano più in grado di sostenere, rischiando la perdita della casa. La scelta del tasso è soggettiva e dipende dalla situazione economica (stipendio/reddito) del mutuatario e dagli scopi a breve, medio e lungo termine. Colui che dovrà rivendere la casa tra cinque anni e può gestire gli aumenti di rata, non avrà problemi a scegliere un tasso variabile, mentre una famiglia monoreddito esigerà sicurezza e certezza optando per una rata a tasso fisso.


CHI SONO I SOGGETTI CHE CI POSSONO AIUTARE?


I soggetti che ci possono aiutare sono le banche o i mediatori creditizi. Ogni banca ha le sue regole creditizie e i suoi tassi. Ogni banca applica un tasso migliore o peggiore dell’ altra. Bisogna sondare tutte le banche della città e fare diverse comparazioni. Questa procedura comporta un grande dispendio di energia e tempo. Il mediatore creditizio invece è un consulente che attraverso una consulenza dettagliata e in assenza di conflitto di interessi, vi dice subito su quale banca indirizzarvi lui stesso (non essendo legato a nessuno di esse), facendovi ottenere le migliori condizioni economiche per voi, a fronte di una commissione. La commissione molto spesso è ripagata dal tipo di tasso migliore che vi propone, di un determinato tipo di banca, facendovi risparmiare tanto tempo in ricerche. Infatti è possibile aver cercato nella propria città, la migliore proposta, di tutte le banche disponibili. Un buon mediatore creditizio, non solo ha la convenzione con le stesse banche presenti in città, ma anche con quelle online e straniere, oltre alla possibilità in certi casi, di poter offrire anche un tasso migliore a parità di banca.


QUALI SONO I REQUISITI MINIMI PER RICHIEDERE UN MUTUO? 


I requisiti minimi sono, per chi è dipendente, almeno un lavoro con contratto a tempo indeterminato, da almeno sei mesi / un anno, se si è giovani senza storico creditizio (mai avuti prestiti), la presenza di un garante, ossia un parente (di solito genitori, nonni) a sostenere documentalmente ed economicamente il figlio. Se si è liberi professionisti, bisogna avere almeno due anni di dichiarazione dei redditi, con un reddito sufficiente ad ottenere la somma desiderata oltre eventuale garante. Bisogna inoltre non essere iscritti nella banca dati dei cattivi pagatori.


QUALI SONO I DOCUMENTI CHE SERVONO? 


I documenti che servono sono quelli reddituali (documenti di identità, stato di famiglia, certificato di residenza etc.), documenti reddituali (ultime due buste paga, cud, o ultime due dichiarazione dei redditi, contratto di lavoro etc.), documentazione immobiliare (tutta la documentazione dell’ immobile che si vuole acquistare).



QUALI SONO I REQUISITI IDEALI PER RICHIEDERE IL MUTUO?


I requisiti ideali sono avere un reddito con contratto a tempo indeterminato con azienda solida e affidabile (enti statali, pubblici, grosse spa ed srl con ampio capitale sociale, da tanti anni sul mercato e tanti dipendenti). Sono poco solidi i datori di lavori sotto forma di piccole società, o società aperte da poco, quindi poco stabili, o quelle collegate al settore edile o agricolo, stagionale. Non avere altre rate di altri finanziamenti, ed avere a disposizione almeno un 30/40% di liquidità sul proprio conto corrente, rispetto al mutuo richiesto.


CHI SONO I SOGGETTI CHE SI POSSONO PERMETTERE DI OTTENERE IL MIGLIOR TASSO DI INTERESSE?


Sono appunto quelli nell’ ultimo punto, sopra esposto. Infatti, sono solo questi i soggetti che potranno ottenere le migliori condizioni. Non pensate che chiunque possa avere diritto a ricevere il miglior tasso di interesse pubblicizzato. Le banche privilegiano solo coloro che sono economicamente solidi. In parole povere, rischiano solo dove c’è un bassissimo rischio o meglio ancora, nessuno, mentre finanziano con tassi alti, ai limiti dell’ usura, coloro che sono poco solidi ed affidabili. Le banche di norma finanziano l’ 80% del valore dell’ immobile da comprare, quindi bisognerebbe avere almeno un 30% per pagare le spese di acquisto, agente o consulente immobiliare, notaio, tasse e restante parte. Difficile, ma non impossibile, è poter ottenere un mutuo 100% che possa permettere di comprare e pagare tutto il resto, oltre l’ acquisto ovviamente.

Purtroppo non è possibile trattare tutta la materia in questo articolo, quindi per qualsiasi domanda potete scrivere nei commenti qui sotto senza impegno. Un cordiale saluto da Paul Abello.

Commenti

Post più popolari